Mariner: Falsa Partenza. Il Real passa 3-2

S.S MARINER: Desideri, Amato (88′ Morganti), Damiani, De Angelis Dav., Mozzoni, Ciarrocchi, Spaccasassi (69′ Vannicola), Olivieri, Zappalà, Nannuzzi, Formicone. All.: Feliziani, A Disp.: Perozzi, Parisani, Fares, Piunti.

REAL CENOBUCHI: Santroni, Rossi, Alesiani, Mattioli, Gabrielli A., Traini, Gabrielli D, Baldassari, Amatucci, Capecci, Cocci. All.: Fiscaletti, A Disp.: Pezzoli, Straccia, Gabrielli E., Giangrossi, Mandozzi, Borracci, Testa.

 

RETI: 30’ Nannuzzi, 47’ pt Capecci, 60’ Ciarrocchi, 70’ Rossi, 87’ Baldassari.

Note: espulsi Mattioli al 62’, Ciarrocchi 68’.  

1963681995.JPGSAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Mariner stecca la prima di campionato. Non basta una buona prova contro una delle squadre più accreditate a vincere il campionato, per raccogliere i 3 punti. Arbitro, sfortuna e ingenuità gli ingredienti di questa sconfitta, che però giunge all’inizio, momento migliore per essere assimilata e digerita senza scorie.

LA FORMAZIONE – Tante e pesanti le assenze in casa Mariner, 3 per squalifica, alle quali si aggiungono le numerose defezioni per infortuni. Mister Sciocchetti è così costretto ad adattare il suo modulo alle persone a disposizione, pur senza rinunciare al classico attacco a tre punte, con Formicone prima punta e sulle ali Zappalà e Nannuzzi. Alle spalle di questo trio inserisce Olivieri a fare da collante tra reparto avanzato e centrocampo dove Spaccasassi e Ciarrocchi sono coperti da Mozzoni posto a mediano basso davanti al trio Damiani, Amato e De Angelis II. Tra i pali rientra dopo un fastidioso infortunio “Tyson” Desideri.

641751481.JPGLA GARA – Parte bene la formazione di casa che si presenta subito dalle parti del portiere ospite reclamando un penalty per netto fallo di mano che l’arbitro non vede. Mariner ancora in avanti a sfiorare il gol con Zappalà che su punizione trova una deviazione della barriera e colpisce il palo. Passano cinque minuti e gli ospiti alla prima occasione offensiva si guadagnano un penalty per atterramento dubbio di Amatucci. Lo stesso attaccante ospite va sul dischetto ma calcia a lato ipnotizzato da Desideri che intuisce la direzione costringendolo ad angolare troppo il tiro. Il rigore sbagliato dà morale alla Mariner che torna in avanti e alla mezzora trova il gol con Nannuzzi che finalizza una bella azione collettiva. La Mariner vola sulle ali dell’entusiasmo e costruisce diverse azioni da gol. Al 40′ la più clamorosa di nuovo con Nannuzzi che lanciato in contropiede da una apertura di Zappalà si vede negare la gioia della doppietta da una grande respinta del portiere; l’azione prosegue, palla ancora ai padroni di casa, con Nannuzzi che stavolta mette in mezzo per Olivieri il quale da distanza ravvicinata conclude con una rovesciata che termina fuori di un soffio. In pieno recupero, a tempo già scaduto ingenuità difensiva della Mariner e punizione dal limite per gli ospiti che con Capecci siglano il pari. Al rientro dagli spogliatoi Sciocchetti conferma l’undici iniziale e si riparte sulla falsa riga del primo tempo con i padroni di casa ad impostare e gli ospiti a giocare di rimessa. Al 60′ dopo una serie di occasioni non finalizzate, Ciarrocchi, tra i migliori in campo, riesce a riportare in vantaggio la Mariner. Gli ospiti restano anche in 10 e la via per i 3 punti sembra in discesa. Ma bisogna fare i conti nuovamente con l’arbitro che, dopo averne combinate di tutti i colori espelle Ciarrocchi per presunto fallo di reazione ai danni di un giocatore ospite. La Mariner risente di questa defezione anche per l’assenza di ricambi a centrocampo. Sciocchetti prova a porre rimedio con qualche spostamento, ma nemmeno il tempo di sistemare il reparto, che arriva il pari degli ospiti i quali dopo una serie di batti e ribatti in area di rigore insaccano (Spaccasassi respinge, ma per l’arbitro la sfera ha superato la linea di porta) con Gabrielli. La Mariner prova a ributtarsi di nuovo in avanti e trova un penalty per atterramento ai danni di De Angelis II. Dal dischetto va Formicone che calcia di potenza ma poco angolato. Bravissimo il portiere a respingere di intuito e mantenere il pari. Sul finale proprio quando le due squadre sembrano accontentarsi del punto, arriva la doccia fredda. Altra punizione ingenuamente concessa e punizione di Baldassari che insacca nell’angolino. Inutile l’assalto finale. Il Real espugna il Ciarrocchi e la Mariner rimane a bocca asciutta in attesa del derby di domenica prossima contro la Sentina di mister Dondoni.

Mariner: Falsa Partenza. Il Real passa 3-2ultima modifica: 2008-09-15T11:53:00+02:00da ssmariner1991
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Mariner: Falsa Partenza. Il Real passa 3-2

  1. Vorrei stigmatizzare il brutto comportamento di Damiani di sabato…..veramente un brutto gesto che poi ha innervosito tutti i compagni di squadra ed ha portato ad episodi come l’espulsione di Ciarrocchi ……… e tutto il resto…….. anzi quel gesto oltre che i compagni in campo ha creato tensioni anche negli spettatori……sarebbe bello se questa sera….chiedesse SCUSA A TUTTI …….. Vergogna ……… e poi noi decidiamo se perdonarlo o meno ……. comunque io sono buono e alla fine opterei per il perdono (Magari se la prossima settimana ci porti da mangiare qualcosa nello spogliatoio ti potrebbe aiutare)

  2. Spaccasassi: notte brava al B&B
    Festa scatenata dopo Mariner – Real Centobuchi
    C’era poco da festeggiare, ma il party è andato in scena lo stesso. Secondo “IL CORRIERE ADRIATICO” alcuni giocatori della Mariner, dopo la sconfitta 2-3 con il Real valida per la prima giornata di campionato di Seconda categoria girone H, avrebbero festeggiato fino al mattino successivo a Ripatransone. Fra loro, pare, ci fosse anche Spaccasassi, che avrebbe lasciato il party verso le 5 del mattino accompagnato da un Trans dileguandosi verso le campagne ripane.
    Il neomarinero, assieme a un altro giocatore che non viene esplicitamente citato (probabilmente Ciarrocchi), si sarebbe esibito in lunghe “tarantelle” (ritmo parecchio popolare nelle Marche) e balli vari in compagnia di splendide ragazze presenti alla festa. “Ho speso 5 euro per vedere la pessima prestazione di Spacca con il Real e poi loro vanno a fare festa: sono disgustato” ha dichiarato Peppe il gestore del ristorante Papillon.
    Non è la prima volta che i giocatori della Mariner si rendono protagonisti di feste post partita: sempre nel settembre 2008, dopo il successo sulla Sentina fuori casa 2-3, Spaccasassi, Ciarrocchi, Ottaviani, Vicari e De Angelis Danilo e altri presenziarono a lungo a una festa nei pressi di Ancona.
    16 settembre 2008

  3. Spaccasassi: notte brava al B&B
    Festa scatenata dopo Mariner – Real Centobuchi
    C’era poco da festeggiare, ma il party è andato in scena lo stesso. Secondo “IL CORRIERE ADRIATICO” alcuni giocatori della Mariner, dopo la sconfitta 2-3 con il Real valida per la prima giornata di campionato di Seconda categoria girone H, avrebbero festeggiato fino al mattino successivo a Ripatransone. Fra loro, pare, ci fosse anche Spaccasassi, che avrebbe lasciato il party verso le 5 del mattino accompagnato da un Trans dileguandosi verso le campagne ripane.
    Il neomarinero, assieme a un altro giocatore che non viene esplicitamente citato (probabilmente Ciarrocchi), si sarebbe esibito in lunghe “tarantelle” (ritmo parecchio popolare nelle Marche) e balli vari in compagnia di splendide ragazze presenti alla festa. “Ho speso 5 euro per vedere la pessima prestazione di Spacca con il Real e poi loro vanno a fare festa: sono disgustato” ha dichiarato Peppe il gestore del ristorante Papillon.
    Non è la prima volta che i giocatori della Mariner si rendono protagonisti di feste post partita: sempre nel settembre 2008, dopo il successo sulla Sentina fuori casa 2-3, Spaccasassi, Ciarrocchi, Ottaviani, Vicari e De Angelis Danilo e altri presenziarono a lungo a una festa nei pressi di Ancona.
    16 settembre 2008

  4. Spaccasassi: notte brava al B&B
    Festa scatenata dopo Mariner – Real Centobuchi
    C’era poco da festeggiare, ma il party è andato in scena lo stesso. Secondo “IL CORRIERE ADRIATICO” alcuni giocatori della Mariner, dopo la sconfitta 2-3 con il Real valida per la prima giornata di campionato di Seconda categoria girone H, avrebbero festeggiato fino al mattino successivo a Ripatransone. Fra loro, pare, ci fosse anche Spaccasassi, che avrebbe lasciato il party verso le 5 del mattino accompagnato da un Trans dileguandosi verso le campagne ripane.
    Il neomarinero, assieme a un altro giocatore che non viene esplicitamente citato (probabilmente Ciarrocchi), si sarebbe esibito in lunghe “tarantelle” (ritmo parecchio popolare nelle Marche) e balli vari in compagnia di splendide ragazze presenti alla festa. “Ho speso 5 euro per vedere la pessima prestazione di Spacca con il Real e poi loro vanno a fare festa: sono disgustato” ha dichiarato Peppe il gestore del ristorante Papillon.
    Non è la prima volta che i giocatori della Mariner si rendono protagonisti di feste post partita: sempre nel settembre 2008, dopo il successo sulla Sentina fuori casa 2-3, Spaccasassi, Ciarrocchi, Ottaviani, Vicari e De Angelis Danilo e altri presenziarono a lungo a una festa nei pressi di Ancona.
    16 settembre 2008

  5. Spaccasassi: notte brava al B&B
    Festa scatenata dopo Mariner – Real Centobuchi
    C’era poco da festeggiare, ma il party è andato in scena lo stesso. Secondo “IL CORRIERE ADRIATICO” alcuni giocatori della Mariner, dopo la sconfitta 2-3 con il Real valida per la prima giornata di campionato di Seconda categoria girone H, avrebbero festeggiato fino al mattino successivo a Ripatransone. Fra loro, pare, ci fosse anche Spaccasassi, che avrebbe lasciato il party verso le 5 del mattino accompagnato da un Trans dileguandosi verso le campagne ripane.
    Il neomarinero, assieme a un altro giocatore che non viene esplicitamente citato (probabilmente Ciarrocchi), si sarebbe esibito in lunghe “tarantelle” (ritmo parecchio popolare nelle Marche) e balli vari in compagnia di splendide ragazze presenti alla festa. “Ho speso 5 euro per vedere la pessima prestazione di Spacca con il Real e poi loro vanno a fare festa: sono disgustato” ha dichiarato Peppe il gestore del ristorante Papillon.
    Non è la prima volta che i giocatori della Mariner si rendono protagonisti di feste post partita: sempre nel settembre 2008, dopo il successo sulla Sentina fuori casa 2-3, Spaccasassi, Ciarrocchi, Ottaviani, Vicari e De Angelis Danilo e altri presenziarono a lungo a una festa nei pressi di Ancona.
    16 settembre 2008

  6. Spaccasassi: notte brava al B&B
    Festa scatenata dopo Mariner – Real Centobuchi
    C’era poco da festeggiare, ma il party è andato in scena lo stesso. Secondo “IL CORRIERE ADRIATICO” alcuni giocatori della Mariner, dopo la sconfitta 2-3 con il Real valida per la prima giornata di campionato di Seconda categoria girone H, avrebbero festeggiato fino al mattino successivo a Ripatransone. Fra loro, pare, ci fosse anche Spaccasassi, che avrebbe lasciato il party verso le 5 del mattino accompagnato da un Trans dileguandosi verso le campagne ripane.
    Il neomarinero, assieme a un altro giocatore che non viene esplicitamente citato (probabilmente Ciarrocchi), si sarebbe esibito in lunghe “tarantelle” (ritmo parecchio popolare nelle Marche) e balli vari in compagnia di splendide ragazze presenti alla festa. “Ho speso 5 euro per vedere la pessima prestazione di Spacca con il Real e poi loro vanno a fare festa: sono disgustato” ha dichiarato Peppe il gestore del ristorante Papillon.
    Non è la prima volta che i giocatori della Mariner si rendono protagonisti di feste post partita: sempre nel settembre 2008, dopo il successo sulla Sentina fuori casa 2-3, Spaccasassi, Ciarrocchi, Ottaviani, Vicari e De Angelis Danilo e altri presenziarono a lungo a una festa nei pressi di Ancona.
    16 settembre 2008

Lascia un commento